IT - EN

Approfondimenti

Tutte le novità in ambito legale.

Data: 28-12-2018   Rubrica: News

LA NOZIONE DI CONTROLLO EX ARTICOLO 2359 C.C. E SECONDO I PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI ISFR.

La nozione di controllo nel codice civile è disciplinata dall’articolo 2359 c.c. che disciplina tre fattispecie:
1) presunto (controllo di «diritto» art. 2359, primo comma, n. 1) quando una società (controllante) dispone della maggioranza di voti esercitabili nell’assemblea ordinaria di un’altra società (controllata). A tali fini, si computano anche i voti spettanti a società controllate, a società fiduciarie e a persone interposte; 2) controllo di «fatto» (art. 2359, primo comma, n. 2) sussistente nell’ipotesi della disponibilità di voti sufficienti per esercitare un’influenza dominante nelle delibere assembleari ordinarie; 3) controllo «contrattuale» (art. 2359, primo comma, n. 3), possibile anche in assenza di partecipazione azionaria, nell’ipotesi di influenza dominante cui soggiace una società rispetto ad un’altra, in virtù di particolari vincoli contrattuali con essa.
Secondo i principi dell’IFRS 10 un investitore controlla un'entità oggetto di investimento quando è esposto a rendimenti variabili, o detiene diritti su tali rendimenti, derivanti dal proprio rapporto con la stessa e, nel contempo, ha la capacità di incidere su tali rendimenti esercitando il proprio potere su tale entità.
Pertanto, un investitore controlla un'entità oggetto di investimento se, e solo se, ha contemporaneamente:
a) il potere sull'entità oggetto di investimento (IFRS 10, par. 10–14);
b) l'esposizione o i diritti a rendimenti variabili derivanti dal rapporto con l'entità oggetto di investimento (IFRS 10, par. 15 e 16);
c) la capacità di esercitare il proprio potere sull'entità oggetto di investimento per incidere sull'ammontare dei suoi rendimenti (IFRS 10, par. 17 e 18).
La nozione di controllo secondo i principi dell’IFRS 10 prescinde, pertanto, dall’entità della partecipazione societaria.



Condividi la notizia







CERCA IN ARCHIVIO

ALTRE NEWS

Rubrica: News

QUANDO È COMPETENTE IL TRIBUNALE...

02-06-2019 - La disciplina avente incidenza "diretta e immediata" sulla regimazione delle acque appartiene sempre alla giurisdizione...


Rubrica: News

QUANDO È ANNULLABILE UN'ORDINANZA...

02-06-2019 - In tema di ricorso per cassazione avverso l'ordinanza del tribunale del riesame confermativa della misura cautelare...


Rubrica: News

COSA SUCCEDE A CHI UTILIZZA LA FOTOCOPIA...

02-06-2019 - Integra il delitto di cui all' art. 469 c.p. (contraffazione delle impronte di una pubblica autenticazione o...


Rubrica: News

COSA SUCCEDE AL MEDICO CHE RILASCIA...

02-06-2019 - In tema di responsabilità del medico dello sport e nesso di causalità rispetto all'evento morte, anche favorire...


Rubrica: News

NEL CASO DI TRASFERIMENTO DI UN GIOCATORE...

02-06-2019 - In tema di imponibilità ai fini i.re.s. ed i.r.a.p., la cessione del contratto di un calciatore professionista,...


Rubrica: News

CHE DIRITTI HA IL DIPENDENTE SOSPESO...

02-06-2019 - La sospensione facoltativa del dipendente pubblico sottoposto a procedimento penale è priva di titolo qualora...


Rubrica: News

QUANDO È POSSIBILE UTILIZZARE, IN...

02-06-2019 - È legittima e conforme alla normativa sul diritto d’autore l’utilizzazione, in un contesto descrittivo,...


Rubrica: News

ORDINI DI INVESTIMENTO: PREVALE IL...

01-06-2019 - La Suprema Corte ricorda in primo luogo che la questione circa la forma degli ordini di investimento in strumenti...