Rubrica: “Public contract & Law”. PROCEDURE NEGOZIATE PER ESTREMA URGENZA.

T.A.R. Lecce, (Puglia), sez. III, 30/09/2016, n. 1514 Ai sensi dell’art. 57, d.lg. 12 aprile 2006, n. 163, nei contratti pubblici relativi a lavori, forniture, servizi è consentito il ricorso alla procedura negoziata senza previa pubblicazione di un bando di gara, ma previa adeguata motivazione, quando l’estrema urgenza, risultante da eventi imprevedibili per le stazioni […]

Rubrica: “Public Administration & Law”. T.A.R. Roma, (Lazio), sez. II, 26/09/2016, n. 9927

VERIFICA ANOMALIA DELLE OFFERTE – QUALI LIMITI DI GIUSTIFICAZIONE? Nel corso del giudizio di congruità dell’offerta, testo essenzialmente a stabilire se quest’ultima sia, nel suo complesso o nel suo importo originario, affidabile o meno, il concorrente sottoposto a valutazione non può fornire giustificazioni tali da integrare una operazione di “finanza creativa” ma al predetto è, […]

Rubrica:”Banking & Law”. LA NATURA DI CONSUMATORE AI FINI DELL’APPLICABILITA’ DELLA DISCIPLINA RELATIVA VA FATTO RIFERIMENTO AL TIPO DI OBBLIGAZIONE GARANTITA.

Corte di Cassazione, sez. VI Civile – 3, ordinanza n. 24846/16; depositata il 5 dicembre In presenza di un contratto di fideiussione, il requisito soggettivo della qualità di consumatore deve riferirsi all’obbligazione garantita, ai fini dell’applicabilità della specifica normativa in materia di tutela del consumatore.

Rubrica:”News & Law”. PER LE ACCISE PREVISTO UN OBBLIGO PREVENTIVO DI CONTRADDITTORIO E IL RADDOPPIO DEL TERMINE PER LA NOTIFICA DELL’AVVISO NEL CASO DI VIOLAZIONE PER CUI SUSSISTA OBBLIGO DI DENUNCIA PENALE.

Il Decreto legge 193/2016, convertito nella legge 225/2016 ha innovato la disciplina concernente il procedimento di accertamento delle accise (Decreto legislativo 26 ottobre 1995, n. 504 (in Suppl. ordinario alla Gazz. Uff., 29 novembre, n. 279). – Testo unico delle disposizioni legislative concernenti le imposte sulla produzione e sui consumi e relative sanzioni penali e […]

Rubrica:”News & Law”. NESSUNA PIU’ ALCUNA AUTOMATICA RIPRESA A TASSAZIONE PER I PRELIEVI NON GIUSTIFICATI.

La legge di conversione del D.L. 193/2016 ha previsto che solo prelievi effettuati da imprenditori con limiti superiori ad euro 1000,00 settimanali e 5000,00 mensili possono essere considerati come ricavi non dichiarati. Per i professionisti, invece, cade del tutto tale previsione, in ossequio a quanto già era stato statuito dalla Corte Costituzionale con la sentenza […]

Rubrica: “House & Law” – NON SI PUO’ VENDERE SE IL MUTUO NON E’ FRAZIONATO O C’E’ IPOTECA.

Cassazione n. 24535 del 1 dicembre 2016. Secondo la Suprema Corte di Cassazione il divieto introdotto dall’art. 8 del Dlgs 122/2015 – secondo cui non si può vendere se il mutuo non è frazionato o se vincolo ipotecario sull’immobile stesso – è relativo solo agli immobili da costruire, non già immobili già realizzati e dotati […]

Rubrica:”Tax & Law”. ACCERTAMENTI ALLE SOCIETA’ DI PERSONE. ATTENZIONE ESPLICANO EFFICACIA ANCHE NEI CONFRONTI DEI SOCI.

Suprema Corte di Cassazione. 16173/2016 Secondo la Cassazione nelle società di persone la responsabilità del socio si confonde con quella della società. Per tale motivo – una volta notificato un avviso di accertamento o una cartella alla società – basterebbe notificare al socio solo l’avviso di mora secondo il modello approvato dalla Agenzia delle Entrate […]

LEGITTIMO IL CANONE CRESCENTE IN MATERIA DI LOCAZIONE COMMERCIALE.

LEGITTIMO IL CANONE CRESCENTE IN MATERIA DI LOCAZIONE COMMERCIALE. La Corte di Cassazione con la sentenza 22909 del 10 novembre 2016 ha confermato il principio generale della libera determinazione convenzionale del canone locativo per gli immobili destinati a uso non abitativo. Tale pattuizione di determinazione del canone in misura differenziata e crescente per frazioni successive […]

Rubrica: “Tax & Law” – NON E’ GIUSTA LA COMPENSAZIONE DELLE SPESE IN CASO DI SOCCOMBENZA DI EQUITALIA.

Cassazione civile, sez. VI, 16/09/2016, n. 18175 La statuizione di compensazione delle spese tra opponente e Equitalia non è giustificata dalla natura del vizi che ha condotto all’accoglimento dell’opposizione alla cartella di pagamento, a fronte del litisconsorzio necessario tra ente impositore e agente della riscossione.

Rubrica:”Banking & Law”. NULLITA’ FIDEIUSSIONE OMNIBUS. VALIDITA’ SOLO PER DEBITI PREGRESSI.

Cassazione civile, sez. III, 05/05/2016, n. 8944 La fideiussione “omnibus” senza limitazione di importo, stipulata anteriormente alla data di entrata in vigore dell’art. 10 della l. n. 154 del 1992 – il quale, sostituendo il testo originario dell’art. 1938 c.c., ha subordinato la validità della fideiussione per obbligazioni future all’indicazione dell’importo massimo garantito – conserva […]