Cosenza - Visure catastali e modelli F24 dell' Agenzia delle entrate per il calcolo e il pagamento dell' Imu (FRANCESCO MOLLO, COSENZA - 2013-09-20) p.s. la foto e' utilizzabile nel rispetto del contesto in cui e' stata scattata, e senza intento diffamatorio del decoro delle persone rappresentate

Rubrica:”Tax & Law”. LA NOTIFICA DELLA CARTELLA DI PAGAMENTO AL PORTIERE DELLO STABILE DEVE RISPETTARE LA PROCEDURA PREVISTA DALL’ART. 139 C.P.C, ALTRIMENTI LA NOTIFICA E’ NULLA E LA PRETESA TRIBUTARIA INAMMISSIBILE.

Interessante sentenza della Commissione Tributaria Regionale di Milano (7877/12/2016) che ha annullato un’intimazione di pagamento sul rilievo che la cartella di pagamento da cui traeva fondamento non fosse stata notificata ritualmente.
Nel caso di specie la notifica era stata effettuata via posta al portiere.
La Commissione Tributaria Regionale – accogliendo il ricorso del contribuente – ha evidenziato che l’articolo 139 c.p.c. (codice di procedura civile) evidenzia un elenco preferenziale di soggetti a cui deve essere consegnato l’atto: infatti, in mancanza del diretto destinatario, l’atto va notificato prima di tutto ad un famigliare, quindi ad un addetto alla casa e, solo in via residuale, al portiere.
Nella relazione di notifica, è obbligatorio dare conto di aver rispettato l’elenco in questione e, quindi, di aver annotato le vane ricerche effettuate secondo l’ordine di cui sopra.
Considerato che nell’avviso di accertamento depositato in giudizio dall’Agenzia delle Entrate, non v’era nulla di tutto ciò, la Commissione Tributaria adita ha dato atto della nullità della notificazione della cartella di pagamento.
Equitalia è stata anche condanna al pagamento delle spese processuali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *