ONERE DELLA PROVA INCOMBENTE ALL’AMMINISTRAZIONE FINANZIARIA ALLA LUCE DEI PRINCIPI DEL CONTRADDITTORIO E DEL GIUSTO PROCESSO (ART. 111 COST E 47 CARTA DIRITTI FONDAMENTALI). LA NUOVA FORMULAZIONE DELL’ART. 7 COMMA 5 BIS DEL PROCESSO TRIBUTARIO, COME PRINCIPIO RICOGNITIVO DI GARANZIE COSTITUZIONALI ED UNIONALI GIA’ ESISTENTI.

La legge 130/2022 ha modificato l'art. 7 comma 5 bis del Dlgs 546/1992 in materia di processo tributario, stabilendo testualmente:" L'amministrazione prova in giudizio le violazioni contestate con l'atto impugnato". In tale contesto l'Amministrazione finanziaria non può "adagiarsi" su interpretazioni "acritiche/cartolari" non supportate da specifici elementi di prova, limitandosi a rideterminare il reddito di società

INTERESSANTE SENTENZA DELLA SUPREMA CORTE DI CASSAZIONE IN MATERIA DI CONFISCA, ADOTTATA ALLA LUCE DEL GENERALE PRINCIPIO DEL CONTRADDITTORIO. CASSAZIONE PENALE SEZ. III, 21/10/2022, N.39832 LA CONFISCA PER LOTTIZZAZIONE ABUSIVA DISPOSTA DAL GIUDICE MALGRADO A PRESCRIZIONE MATURATA IN PRIMO GRADO VA ANNULLATA.

Deve essere annullata la confisca per lottizzazione abusiva, disposta dal giudice malgrado la prescrizione maturata in primo grado e il conseguente proscioglimento dell'imputato. Risulta infatti esclusa la possibilità di proseguire il giudizio per verificare la consistenza degli elementi che giustificherebbero l'applicazione della misura. E' stato accolto il ricorso contro la sentenza, con la quale la

INTERESSANTE SENTENZA DELLE SEZIONI UNITE SULLA DIFFERENZA TRA “TASSA”E “CANONE E/O CONTRIBUTO NON TRIBUTARIO”. Cassazione civile sez. un., 31/10/2022, n.32121

Le Sezioni Unite della Cassazione statuiscono che, in materia di contributi integrativi per la concessione del diritto d'uso temporaneo di frequenze correlate ad autorizzazioni ministeriali, la giurisdizione spetta al giudice ordinario e non alla Commissione Tributaria Regionale. Parte istante sosteneva l'erroneità della precedente declinatoria della giurisdizione tributaria, qualificandosi i contributi de quo come prestazioni impositive. In base

COSA E’ L’ESTRATTO DI RUOLO E QUANDO E’ IMPUGNABILE ANCHE ALLA LUCE DELLE ULTIME NOVITA’ IN MATERIA? Ecco cosa dice la Suprema Corte di Cassazione: Cassazione civile sez. trib., 25/10/2022, (ud. 06/10/2022, dep. 25/10/2022), n.31561.

1) Sul punto è intervenuto il legislatore, il quale, con il D.L. n. 146 del 2021, art. 3 bis, inserito in sede di conversione dalla L. n. 215 del 2021, ha novellato il D.P.R. n. 602 del 1973, art. 12, intitolato alla "Formazione e contenuto dei ruoli", in cui ha inserito il comma 4 bis.

IMPORTANTE SENTENZA DELLA CASSAZIONE DEL 25.10.2022 in materia di processo tributario. (Ud. 06/10/2022, dep. 25/10/2022), n.31561.

Ecco alcuni punti salienti: 1) - Le regole sull'impugnazione tardiva, sia ai sensi dell'art. 334 c.p.c., che in base al combinato disposto di cui agli artt. 370 e 371 c.p.c., operano esclusivamente per il ricorso incidentale in senso stretto e, cioè, proveniente dalla parte contro cui è stata proposta l'impugnazione principale - e cioè proveniente dalla parte contro

RESPONSABILITA’ DELL’INTERMEDIARIO VALEVOLE ANCHE SULLA BASE DI PRESUPPOSTI DEDOTTI PER LA PRIMA VOLTA IN APPELLO, MA RILEVABILI D’UFFICIO. Cassazione civile sez. I, 29/09/2022, n.28377

La domanda di accertamento della nullità di un contratto relativo alla prestazione di servizi di investimento in valori mobiliari per inosservanza della forma scritta (nella specie, ai sensi dell'art. 18 del d.lgs. n. 415 del 1996) proposta dal cliente per la prima volta in appello, nei confronti dell'intermediario in valori mobiliari, nell'ambito di un giudizio

RESPONSABILITA’ POST SCISSIONE IN MATERIA DI DANNO AMBIENTALE. RINVIO PREGIUDIZIALE ALLA CORTE DI GIUSTIZIA. Cassazione civile sez. I, 03/11/2022, n.32365

Occorre sottoporre alla Corte di giustizia il seguente quesito: se l'art. 3 della VI direttiva Ce, applicabile (art. 22) pure alla scissione mediante costituzione di nuove società, - nella parte in cui stabilisce che (a) "se un elemento del patrimonio passivo non è attribuito nel progetto di scissione e l'interpretazione di quest'ultimo non permette di

2022-11-20T15:46:36+00:00November 20th, 2022|Categories: Cassazione civile|Tags: |

RESPONSABILITA’ AMMINISTRATIVA DELLA SOCIETA’ AI SENSI DEL DLGS 231/2001.

Ecco cosa dice la Suprema Corte di Cassazione (sentenza 39615/2022), che ha annullato la sanzione amministrativa comminata ad una società in accoglimento del ricorso, con riferimento ad un sinistro occorso ad un lavoratore. La Suprema Corte evidenzia che compete sempre al Pubblico Ministero la prova che l'assetto organizzativo dell'impresa si ponga in rapporto di mezzo

2022-11-20T15:22:07+00:00November 20th, 2022|Categories: Cassazione civile, Cassazione penale|Tags: |

CONCORDATO PREVENTIVO

IN CASO DI CONCORDATO IL FISCO PUO' ANCORA NOTIFICARE LA CARTELLA DI PAGAMENTO. La Suprema Corte di Cassazione ha ribadito il principio (Cass. 31560/22), secondo cui alla società che ha già chiesto di essere ammessa al concordato preventivo, sia possibile notificare la cartella di pagamento. Ciò in quanto la cartella, per sua natura, costituisce atto

2022-11-20T13:23:10+00:00November 20th, 2022|Categories: Cassazione civile|Tags: |
Go to Top