Corte giustizia UE , sez. VI , 30/09/2021 , n. 296 – COMPETENZA A DECIDERE IN CASO DI CONTRATTI CONCLUSI TRA BANCA E CLIENTE RESIDENTI NELLO STESSO STATO

Sulla competenza a decidere in caso di contratti conclusi fra banca e clienti residenti nello stesso Stato qualora il cliente cambi domicilio dopo il contratto. Nei casi di contratti conclusi tra banca e cliente, residenti nello stesso Stato, nell'ipotesi in cui il cliente cambi domicilio dopo la conclusione del contratto, ma prima dell'avvio dell'azione giudiziaria, la competenza

2021-10-30T22:03:24+00:00Ottobre 30th, 2021|Categorie: Corte giustizia UE|Tag: |

CORTE GIUSTIZIA UE , SEZ. VIII , 14/10/2021 , n. 45

Gli obblighi normativi da adempiere per la detrazione IVA non possono eccedere sproporzionati rispetto all'obiettivo di contrastare l'evasione. Ai sensi dell'articolo 273 della direttiva IVA, gli Stati membri possono stabilire altri obblighi che ritengono necessari per assicurare l'esatta riscossione dell'IVA e per evitare le evasioni. Tuttavia, le misure che gli Stati membri possono adottare in

2021-10-30T21:44:35+00:00Ottobre 30th, 2021|Categorie: Corte giustizia UE|Tag: |

CORTE GIUSTIZIA UE SEZ. III, 21/10/2021, N.845 INTERPRETAZIONE DELLA DIRETTIVA RELATIVA AL CONGELAMENTO E ALLA CONFISCA DEI BENI STRUMENTALI E DEI PROVENTI DA REATO NELL’UNIONE EUROPEA

La direttiva 2014/42/Ue del Parlamento europeo e del Consiglio, del 3 aprile 2014, relativa al congelamento e alla confisca dei beni strumentali e dei proventi da reato nell'Unione europea, deve essere interpretata nel senso che la detenzione di stupefacenti a fini di spaccio rientra nell'ambito di applicazione di tale direttiva, anche quando tutti gli elementi inerenti alla

2021-10-29T09:40:38+00:00Ottobre 29th, 2021|Categorie: Corte giustizia UE|

LE TRADIZIONI QUALE FONTE DEL DIRITTO.

Merita attenzione e riflessione, in un mondo digitalizzato e quasi ormai senza confini, il riconoscimento da parte del diritto europeo, delle tradizioni, quale fonte normativa, quando costituiscono la fonte di protezione di valori costituzionali. Cosi recita l'articolo 6 del TUE: I diritti fondamentali, garantiti dalla Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell'uomo e delle

2021-08-29T17:04:56+00:00Agosto 29th, 2021|Categorie: Corte giustizia UE|Tag: |

Nei mutui espressi in valuta estera la banca deve avvertire il cliente non solo del generico rischio di cambio ma anche del contesto economico prevedibile che può comportare un simile rischio.

BANCA. Nei mutui espressi in valuta estera la banca deve avvertire il cliente non solo del generico rischio di cambio ma anche del contesto economico prevedibile che può comportare un simile rischio. Corte giustizia UE , sez. I , 10/06/2021 , n. 609. L'articolo 4, paragrafo 2, della direttiva 93/13 deve essere interpretato nel senso

2021-08-16T11:37:30+00:00Agosto 16th, 2021|Categorie: Corte giustizia UE|

Il consumatore deve essere informato dalla banca sui rischi economici dei mutui in valuta estera.

BANCA. Il consumatore deve essere informato dalla banca sui rischi economici dei mutui in valuta estera. Corte giustizia UE , sez. I , 10/06/2021 , n. 776- Un consumatore che abbia sottoscritto un contratto di mutuo espresso in valuta estera e che ignori il carattere abusivo di una clausola inserita nel contratto di mutuo non

2021-08-16T11:36:41+00:00Agosto 16th, 2021|Categorie: Corte giustizia UE|

EDILIZIA ECONOMICA E POPOLARE.

Corte giustizia UE , sez. I , 08/05/2013 , n. 197 EDILIZIA ECONOMICA E POPOLARE. La realizzazione di alloggi popolari successivamente destinati alla vendita, a prezzi massimi imposti, a un ente pubblico di edilizia popolare o attraverso la sostituzione di tale ente al prestatore di servizi che ha realizzato i suddetti alloggi rientra nella nozione

2021-08-16T11:14:09+00:00Agosto 16th, 2021|Categorie: Corte giustizia UE|

TERMINE DI 30 GIORNI PER I RICORSI IN MATERIA DI AGGIUDICAZIONE DEGLI APPALTI.

Corte giustizia UE , sez. IV , 14/02/2019 , n. 54 TERMINE DI 30 GIORNI PER I RICORSI IN MATERIA DI AGGIUDICAZIONE DEGLI APPALTI. La direttiva 89/665/CEE del Consiglio, del 21 dicembre 1989, che coordina le disposizioni legislative, regolamentari e amministrative relative all'applicazione delle procedure di ricorso in materia di aggiudicazione degli appalti pubblici di

2021-08-16T11:13:10+00:00Agosto 16th, 2021|Categorie: Corte giustizia UE|

Corte giustizia UE , sez. IV , 20/05/2021 , n. 6

In una gara d'appalto una normativa nazionale non può imporre che gli offerenti forniscano prova di registrazione o riconoscimento rilasciati dall'autorità competente dello Stato membro di esecuzione dell'appalto. La circostanza che uno Stato membro subordini l'esecuzione di prestazioni di servizi da parte di un'impresa stabilita in un altro Stato membro al possesso di un'autorizzazione di

2021-08-16T11:09:30+00:00Agosto 16th, 2021|Categorie: Corte giustizia UE|
Torna in cima